lunedì 20 maggio 2013

Biofeedback e una tecnica rapida per rilassarsi


L’articolo sviluppa i progressi e i benefici di un’interessante scienza medica moderna e fa fare anche una tecnica rapida e pratica di visualizzazione…

“Dipende solo da noi. Non si diventa felici in una notte, ma dopo un lavoro paziente, portato avanti di giorno in giorno. Il benessere si costruisce con la fatica e il tempo. Per diventare felici, è se stessi che bisogna saper cambiare.”  Luca e Francesco Cavalli-Sforza

Da tempo, si ascoltano storie di persone straordinarie capaci di camminare sul fuoco, di infilarsi degli aghi lunghissimi nel corpo senza sanguinare o provare dolore, di farsi seppellire in bare per lunghissimi periodi di tempo e venirne fuori tranquillamente vivi e vegeti.

La razionalità occidentale tende a credere che queste persone, meglio conosciute come fachiri(capaci di avere una perfetta padronanza sulla propria volontà fisica), siano abili nell’esibire trucchi da palcoscenico.

Ricercatori moderni, cominciano a credere, dagli sviluppi del loro lavoro, che un certo tipo di padronanza sul proprio corpo sia possibile e che siano veritieri alcuni racconti su questi fachiri.

La scienza che questi ricercatori stanno studiando si chiama Biofeedback e già negli anni sessanta fu possibile dimostrare che è possibile esercitare un controllo consapevole su quegli aspetti coorporei che si ritiene siano sotto un controllo inconsapevole.

A tutti noi, non soltanto ai fachiri, è possibile imparare a controllare volontariamente il battito cardiaco, la tensione muscolare, l’attività delle ghiandole sudoripare, la temperatura della pelle e altre condizioni interne che si credeva fossero sotto il controllo del sistema nervoso autonomo.

Il procedimento per addestrarsi a controllare questi stati fisici consiste nel collegare degli elettrodi alla pelle, in modo che una macchina possa registrare le funzioni fisiologiche che si vuole apprendere ad utilizzare in maniera consapevole.

Questa macchina fornisce dei segnali visivi e auditivi indicando così cosa stia avvenendo alla funzione fisica interessata. In questo modo ci si accorge che quando si fanno determinati pensieri o si adottano determinate posture(per citarne alcune) quella determinata funzione fisiologica interessata cambia.

In questo modo si riesce ad arrivare a controllare con sapienza tale funzione in maniera consapevole. Con questa tecnica medica ad oggi si è insegnato alle persone a ridurre l’ipertensione arteriosa, eliminare l’emicrania, controllare i battiti cardiaci irregolari, aumentare e ridurre il flusso sanguigno, guarire l’insonnia ed altre funzioni considerate involontarie.

Ci sono stati dottori della clinica Menninger che hanno riportato esperienze di persone addestrare a controllare la propria volontà su una singola cellula nervosa.

Questi dottori ritengono che “ogni cambiamento fisiologico è accompagnato da un cambiamento dello stato emotivo e mentale, così come ogni cambiamento nello stato emotivo e mentale, conscio e inconscio, è accompagnato da un cambiamento nella condizione fisiologica” Elmer e Green

                        Una tecnica rapida e pratica per rilassarsi


La scienza moderna, porta sempre di più, a dirigere le proprie convinzioni su quanto sia importante assumersi le proprie responsabilità, anche per le questioni di salute.

Ad oggi diviene facile ed entusiasmante ricercare le varie tecniche che ci servono per vivere meglio e stare più rilassati. Nel farlo è anche importante seguire l’andamento dei vari ricercatori con una visione olistica, ovvero di un sistema di mente-corpo-emozioni tutto collegato e mai separato.

Con l’atteggiamento mentale felice puoi scoprire tecniche per programmare la tua mente e il tuo inconscio verso la direzione che tu vuoi. E questo, come affermano i medici, ti darà un beneficio emotivo-mentale che poi sarà accompagnato da un cambiamento della condizione fisiologica.

Ecco che di seguito ti riporto una tecnica rapida di visualizzazione per sentirti  a tuo agio e rilassato quando vuoi. Ti basteranno 3 minuti.

Ora visualizza un immagine di te mentre stai vivendo una situazione che hai già vissuto o che ti piacerebbe vivere, che più ti fa sentire a tuo agio. Che ti rilassa che stende tutti i tuoi nervi e muscoli e che ti fa rilasciare nel tuo sangue quelle endorfine che ti trasmettono quel senso di benessere e ti rilassano.

Può essere una qualsiasi attività rilassante, dallo stare sul divano oppure ad un centro benessere mentre si stanno prendendo cura di te, insomma qualsiasi cosa che più ti fa stare bene.

Adesso che ce l’hai ben chiara nella tua mente, entraci all’interno come se la stessi vivendo in prima persona. Entra in questa immagine di te e vivi questa tua visualizzazione in prima persona, vedendo, ascoltando e percependo quella sensazione di benessere che ti fa stare a tuo agio.

Fallo fin quando non senti una certa decompressione dei tuoi stati interni, poi quando percepisci uno stato di rilassatezza su tutto il tuo corpo ripetiti mentalmente: “Uno stato rilassato mi accompagna, adesso”. Se riesci a rilassarti pienamente quando visualizzi, per riattivare questo stato di rilassatezza, ogni volta che lo desideri, puoi ripeterti questa frase che funziona come un interruttore per la tua mente e riattiva lo stato di benessere e rilassatezza da te visualizzato.

Non ti stupire quando hai preso dimestichezza con questa tecnica, se i tuoi amici o i tuoi colleghi ti dicano: “Come ti trovo bene oggi”.

Una cellula che non si muove
 non è un membro produttivo del sistema,
   si presume che le altre cellule finiranno
       per dover colmare questa lacuna,
                    ma non è così.
    Infatti esse imiteranno la cellula inerte
           fino a quando in pratica l'intero organismo inizia a morire.
                              Già, ma sapete una cosa?
                       La biologia è una cosa straordinaria.
                               Ed ecco la buona notizia,
              questo processo degenerativo può essere invertito.
                         Come quando una ferita guarisce.
                 E una volta che la cellula torna a funzionare
                            crea energia tra le altre cellule
                 si muove e fa muovere anche le altre cellule.
                               Inizia un rimescolamento.
             Ed ecco che proprio adesso che il sistema sta morendo,
            la cellula comincia a sbattere contro le altre e a smuoverle.
                         E se tutte le cellule lavorano insieme
                                 allora il sisteme guarisce 
                              (Dal film Colpi da Maestro)


E tu cosa ne pensi? Puoi lasciare un tuo feedback tra i commenti…
Ritorno alla Salute

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...